Testo introduttivo

Detrazioni Iperf immobili 2020

Continua il nostro approfondimento nel mondo delle detrazioni Irpef 2020 previsti dalla Legge di Bilancio del nuovo anno, in particolar modo oggi ci concentriamo sulla questione detrazioni Iperf immobili 2020. Grazie alle agevolazioni fiscali approvate dal Governo sarà possibile per i cittadini privati italiani recuperare alcune delle spese sostenute proprio per i lavori svolti per la propria abitazione.Quando si abita in un condominio è tipico dover affrontare periodicamente spese spesso molto consistenti per il recupero dell’immobile in cui si abita. Spese che vanno effettivamente a pesare sulle tasche delle persone che vi abitano. D’altra parte si tratta di interventi necessari che aiutano a ottenere benefici di:
  • Risparmio nel riscaldamento
  • Sicurezza dell’edificio
  • Riduzione delle emissioni nell’ambiente
  • Riqualificazione / miglioramento dell’ambiente stesso

Nuova detrazione per gli interventi sulle facciate  degli edifici – bonus facciate

È stata introdotta una nuova detrazione dall’imposta lorda pari al 90% per le spese documentate e sostenute nell’anno 2020 relative agli interventi finalizzati al recupero o al restauro della facciata esterna degli edifici ubicati in zona A o B ai sensi del DM 2.4.68 n. 1444.

La nuova agevolazione riguarda soltanto gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi.

Rientrano tra gli interventi agevolati quelli di:

  • sola pulitura;
  • sola tinteggiatura esterna (sono inclusi, quindi, detti interventi di manutenzione ordinaria).

Con riguardo alle spese sostenute nell’anno 2020 per i suddetti interventi, la detrazione compete nella misura del 90%, ripartita in 10 rate annuali. La norma non prevede un limite di spesa massimo.

Interventi di riqualificazione energetica degli edifici – Proroga

È prorogata alle spese sostenute fino al 31.12.2020 la detrazione IRPEF/IRES spettante in relazione agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti (di cui ai co. 344 - 349 dell’art. 1 della L. 296/2006).

Gli interventi riguardano le parti comuni dell’involucro edilizio, impianti, serramenti, infissi e schermature solari.

In generale, quindi, la detrazione spetta nella misura del 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2020. Si ricorda al riguardo che, dal 1° gennaio 2018, per alcune tipologie di interventi l’aliquota della detrazione spettante è del 50%.

Interventi di recupero del  patrimonio edilizio – Proroga

È prorogata, con riferimento alle spese sostenute fino al 31 dicembre 2020, la detrazione IRPEF del 50% per gli interventi volti al recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. 16-bis co. 1 del TUIR, nel limite massimo di spesa di 96.000,00 euro per unità immobiliare. Rimangono inalterate invece le ulteriori disposizioni contenute nel citato art. 16-bis del TUIR.

Bonus mobili - proproga

Viene prorogato, con riferimento alle spese sostenute nel 2020, il cosiddetto “bonus mobili” (art. 16 co. 2 del DL 63/2013).

A tal fine, rilevano gli interventi di recupero del patrimonio edilizio iniziati dal­ 1° gennaio 2019.

Cessione e sconto sul corrispettivo per gli interventi sugli immobili per recupero, riqualificazione energetica e antisismici.

Dal 1° gennaio 2020 viene eliminata la possibilità di optare per lo sconto sul corrispettivo per gli interventi antisismici.

Lo sconto sul corrispettivo per gli interventi di riqualificazione energetica sugli immobili rimarrà valido solo per gli interventi di ristrutturazione importante di primo livello sulle parti comuni degli edifici condominiali per importi pari o superiori a 200.000,00 euro.

Viene soppressa la cessione della detrazione IRPEF derivante dall’esecuzione dagli interventi di recupero edilizio dai quali si ottiene un risparmio energetico, di cui all’art. 16-bis co. 1 lett. h) del TUIR.

Contattaci!

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.